Un tocco tecnologico al mondo della moda grazie a Skype

Un numero sempre maggiore di piccole aziende utilizza Skype per raggiungere il suo pubblico al di là delle barriere geografiche. Abbiamo letto di ritratti eseguiti online, di trattamenti di bellezza ed esercizi fisici. Le videochiamate sono davvero un modo fantastico per espandere e diversificare il proprio business, mantenendo allo stesso tempo l’interazione diretta con il cliente.

Di recente abbiamo parlato di moltissimi modi creativi con cui le persone utilizzano la nostra tecnologia per raggiungere i clienti, fornire i loro servizi e le loro conoscenze. Hillary Cooper è una conosciutissima stilista newyorkese, e la sua missione è quella di rendere lo shopping gratificante, sensibile e divertente. E i risultati sono incredibili: nessuno sforzo e risultati di sicuro impatto. Il suo è un lavoro a tempo pieno, sia per uomini che per donne: troverà sicuramente il look adatto a qualunque occasione e con qualunque budget.

Hillary and her children on a shoot

Una foto di Hillary con i suoi figli

La sua occupazione si definisce “Stilista personale”, e sicuramente per molti è un lavoro da sogno. Abbiamo fatto una chiacchierata con la guru della moda Hillary a proposito dei suoi primi passi nel mondo della moda e su come Skype ha contribuito a migliorare il suo business.

“Subito dopo la nascita di Rachel, mia figlia, decisi di tornare a lavorare per me stessa, e di fare qualcosa per cui nutrivo una profonda passione. Mi piace dare questi momenti “Cenerentola” alle mie clienti.”

Da chi è composta la clientela di Hillary, che ora immaginiamo in versione Fata madrina? Uomini o donne d’affari? Stelle del cinema? Personaggi pubblici?

“Tanti tipi diversi di persone. Le donne sono circa l’80% della mia clientela, ma quando si parla di matrimoni lavoro anche moltissimo con gli uomini. I miei clienti vanno da personaggi pubblici di alto profilo a persone comuni. Anche il costo dei miei servizi varia in proporzione al budget del mio cliente.”

From corporate to quirky, it’s all about the accessories

Elegante o stravagante? Gli accessori fanno la differenza.

Spesso Hillary utilizza Skype per consigliare le persone sulle ultime tendenze, o su come abbinare i capi per uno specifico evento.

“Skype mi aiuta moltissimo. Mi dà la possibilità di vedere le persone ovunque esse si trovino, anche dall’altra parte del Paese. Allo stesso tempo, i clienti sono felici di poter seguire i miei consigli direttamente dalle strade di New York, e senza mai lasciare casa loro.”

La clientela di Hillary, infatti, è aumentata in maniera esponenziale grazie a Skype, e ora lavora anche al di fuori del territorio statunitense e ha perfino “raggiunto” la Russia. Grazie a Skype è come essere a tu per tu con il cliente. Questo è uno dei suoi punti di forza, così come la flessibilità di poter parlare in qualunque momento libero con le persone. Hillary trova l’intero processo semplice e comodo:

“Grazie a Skype posso vedere l’altra persona e parlarle, così da capire meglio quale sia il suo stile e la sua personalità. Inoltre, riesco a vedere dove vive, posso avere una visita guidata della casa, il che mi dà sempre una visione d’insieme dello stile del cliente.  L’arredamento e i dettagli della casa mi dicono moltissimo della persone che ho di fronte, e mi permettono di consigliarle su come comunicare la loro personalità anche attraverso l’abbigliamento e le impressioni che creano sugli altri.”

Fashion Stylist Hillary Cooper

Uno dei maggiori pregi di Skype è proprio quello di saper abbattere le barriere. Il tipo di contatto che si stabilisce riesce a volte a essere persino più efficace di un approccio a quattr’occhi, dato che chi comunica tende a essere più aperto e ad esprimersi anche in maniera più diretta di quanto farebbe di persona. Hillary ammette che era a conoscenza delle sfuriate di frustrazione in videochiamata.

“I miei clienti sono ben felici di usare Skype. Certo, di persona sarebbe ancora meglio, ma Skype ti fa quasi dimenticare della distanza.”

Tra i servizi offerti da Hillary ci sono anche i consigli diretti agli sposi. Alcuni clienti non le fanno perdere molto tempo, dal momento che hanno già in mente un vestito da “mille e una notte”. Abbiamo domandato a Hillary quanti incontri via Skype le occorrono per scegliere il velo da sposa perfetto:

“Dipende dalla cliente. Se è già il secondo matrimonio non è necessario seguirla molto a lungo, ma se si tratta del primo non meno di 10-12 incontri.”

Cos’ha in serbo il futuro per Hillary? Ci ha raccontato di aver creato un’etichetta di vestiti chiamata BASIC:

“BASIC fa esattamente ciò che implica il nome: permette l’abbinamento di pezzi essenziali e facili da gestire. Alta qualità, di moda, convenienti e lavabili comodamente. Si tratta di capi essenziali nel guardaroba di ogni donna!”

Per poter utilizzare tutte le nuove funzionalità di Skype, assicurati sempre di aver installato l’app più aggiornata sui tuoi dispositivi. Scarica Skype direttamente dal nostro sito.